MOMO CAST - Esiti e monitoraggio

Il sistema MOMO CAST si propone come una tecnologia innovativa per il rilevamento di eventi e per l'attuazione di segnali su strada finalizzati alla sicurezza del traffico e del territorio. L'architettura prevede nodi intelligenti energeticamente autonomi (GRAPE), collocabili in base alle necessità del cliente. Il sistema prevede un modulo di acquisizione dotato di sensori per il rilevamento puntuale o continuo nello spazio e nel tempo di determinati eventi.

Il sistema MOMO CAST è dotato di sensori in grado di misurare la temperatura, l'umidità relativa, il dew-point (o punto di rugiada/brina) e l'intensità luminosa. Questi quattro parametri, opportunamente elaborati consentono di determinare quelle particolari condizioni ambientali, come la probabile formazione di ghiaccio o brina, che possono  influenzare il normale flusso del traffico. L'agevole posizionamento del nodo a bordo strada, ma non sul manto stradale, non è condizionato dalla sua ordinaria manutenzione né tantomeno dall'eventuale rimozione/danneggiamento dovuto alla spalatura neve. Inoltre,  l'indicazione fornita riguarda l'aria circostante il dispositivo. L'informazione è decisamente completa, globale e non circoscritta.

Funzionamento del prototipo MOMO CAST

Il sitema di sensori del prototipo MOMO CAST è costituto da 3 dispositivi (denominati IEDG - Isolated Event Detector Grape), ognuno dei quali disponeva di 3 microcontrollori (1 per l'acquisizione dei dati posizionato sul guardrail, 1 per l'elaborazione dei dati e 1 per le comunicazioni al centro di controllo). I sensori su ogni dispositivo sono principalmente di 4 tipi: pirometri (a infrarossi per il riconoscimento dei passaggi), igrometri (per temperatura e umidità), sensore di intensità luminosa e infine un accelerometro (per rilevare eventuali urti contro le barriere).

Ogni nodo del sitema ha una copertura di 150m di raggio, quindi per avere una copertura completa della barriera si installa un nodo ad una distanza di 300m dal successivo. Tale distanza consente anche il rilevamento delle anomalie di traffico. L'elaborazione dei dati avviene integrata nel modulo, il quale in base a determinate soglie di intensità e di tempo classifica gli eventi in diverse tipologie. Attualmente le tipologie previste possono essere urti su barriere stradali di diverse intensità (lieve, medio o violento), smottamenti di versanti franosi (caduta massi, frane, slavine o valanghe) oppure inclinazione o spostamenti di infrastrutture. Il sistema  è in grado di segnalare agli utenti tramite accensione di pannelli con messaggi variabili, sms o email il verificarsi di determinati eventi. 

Ogni dispositivo dispone di un modem e di una SIM per mezzo dei quali comunicare con il centro di controllo, un server locato presso Swarco Mizar a Torino, in cui i dati vengono salvati su database e resi visualizzabili sul sito internet al cliente. Il sito si trova anch'esso ospitato presso il server in Swarco Mizar ed è raggiungibile attraverso l'indirizzo www.sistraservice.net. Dal sito il cliente può visualizzare tutti i dati ed esportarli in formato Excel.